Collegio di Maria SS. del Lume

L’Istituto destinato fin dalla fondazione all’educazione delle fanciulle baucinesi ebbe come suo Padre fondatore Don Francesco Camerata da Ciminna che nel periodo 1728 – 1737 diede inizio ai lavori di costruzione dell’edificio.
Nell’ intercolunnio della parte centrale del basamento, intagliate nell’acero bianco, vi sono scene della vita e del Martirio di Santa Fortunata.
Annessa ai locali del collegio di Maria e la chiesa di Maria SS. del Lume fondata nel periodo 1728 – 1737 dal Vicario Foraneo Don Francesco Camerata.
L’affacciata si caratterizza per l’eleganza classica delle forme e per il bel portale in pietra arenaria.
L’interno ad unica navata con volta a botte e abside poligonale è illuminato dallo splendore degli altari; il più antico in stucco e marmi mischi di stile barocco, datato alla base ” 24 Aprile 1771″ e posto alla sinistra della navata, lo sormonta una nicchia con una bella scultura lignea del settecento: l’Addolorata, d’ autore ignoto. Di fronte a questo, sull’altra parete, si trova l’altare con l’urna contenente le sacre spoglie di Santa Fortunata. Nel presbitero campeggia una splendida pala d’altare raffigurante Maria SS. Del Lume, d’autore ignoto e databile intorno alla prima metà del ‘700.
All’interno della chiesa ci sono altre due statue quella di Santa Maria Goretti e di Santa Rita risalenti al 1900.
Il patrimonio artistico e storico del Collegio è forse tanto esteso quanto sconosciuto. Ciò a causa della proprietà dei beni in capo alla comunità claustrale piuttosto che della comunità ecclesiale. L’associazione potrebbe intestarsi una collaborazione con le Collegine per dedicarsi alla riconfigurazione di questo patrimonio per donarlo alla conoscenza pubblico se non in forme museali in forma libraria.

Commenti chiusi